MUDRA

 

Mudra (in sanscrito: मुद्रा) significa letteralmente "sigillo", "marchio" o "gesto", è un gesto simbolico usato nei rituali tantrici sia di tradizione induista che buddhista. I mudra possono essere eseguiti con tutto il corpo ma la maggior parte vengono eseguiti con le mani. Sono parte di un sistema che impiega il corpo per esprimere e sottolineare le intenzioni della mente. Sono spesso utilizzate nella pratica dello yoga in associazione con la respirazione (pranayama), nella meditazione e per scopi curativi.  Stimolano le diverse parti del corpo e possono influenzare il flusso del prana, l’energia vitale. Viene detto anche che i mudra sono il linguaggio dei Deva.

 

Si può notare come nelle iconografie indù, buddhiste e jainiste, ogni divinità adotti un particolare mudra, che insieme agli oggetti o alle armi impugnate dalla divinità simboleggiano una particolare energia o qualità.

 

Nei rituali tantrici vengono usati 108 mudra.

 

Nell’antico testo sullo yoga Gheranda Samhita vengono citati 25 mudra principali:

 

महामुद्रा नभोमुद्रा उद्दीयनं जलन्धरम्

मूलबन्धो महाबन्धो महावेधश्च खेचरी

विपरीतकरी योनिर्वज्रोली शक्तिचालनी ।

तादागी मण्डुकीमुद्रा शाम्भवी पञ्चधारणा ॥ २ ॥

अश्विनी पाशनी काकी मातङ्गी च भुजंगिनी ।

पञ्चविंशतिमुद्राश्च सिद्धिदा इह् योगिनम् ३ ॥

mahāmudrā nabhomudrā uddīyāna jalandharam |

mulabandho mahābandho mahāvedhaśca khecarī || 1 ||

viparītakarī yonirvajrolī śakticālanī |

tādāgī maṇḍukīmudrā śāmbhavī pañcadhāraṇā || 2 ||

aśvinī pāśanī kākī mātaṅgī ca bhujaṃginī |

pañcaviṃśatimudrāśca siddhidā ih yoginam || 3 ||

 

Mahamudra, Nabhomudra, Uddiyanamudra, Jalandharamudra,

Muhlabandhamudra, Mahabandhamudra, Mahavedhamudra, e Khecharimudra,

Viparitakaranimudra, Yonimudra, Vajrolimudra, Shaktichalani,

Tadagimudra, Mandukimudra, Shambhavimudra, i cinque Dharana,

Ashvinimudra, Pashinimudra, Kakimudra, Matangimudra e Bhujanginimudra:

questi 25 mudra garantiscono agli yogi il successo in questo mondo.

 

Altri testi dove vengono citati i mudra: Hatha Yoga Pradipika - Shiva Samhita

 

 

Sono qui elencati i mudra più diffusi e conosciuti:

 

 

      Descrizione Simbologia
  • Chin Mudra

Gesto della Coscienza

Unire la punta del pollice e dell'indice come a formare un cerchio, le altre dita sono unite ed allungate verso l'esterno della mano, con il medio vicino alla parte non piegata dell'indice. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Rappresenta l'unione tra l'uomo e il divino.

  • Jñana Mudra

Gesto della Conoscenza

Come il Chin Mudra ma con i palmi rivolti verso il basso.

Rappresenta l'unione tra l'uomo e il divino.

  • Abhaya Mudra

Gesto del Coraggio

La mano destra alzata all'altezza della spalla, il braccio piegato e il palmo rivolto verso l'esterno con le dita unite in posizione verticale.

Rappresenta la protezione, la benevolenza, la pace e la vittoria sulla paura. Abhaya Mudra è il gesto della pace universalmente comune a molte culture.

  • Adi Mudra

Primo Gesto

Con i palmi rivolti verso il basso, posizionare il pollice all'interno del palmo della mano toccando la base del mignolo. Chiudere le quattro dita sul pollice a pugno.  La respirazione deve essere lunga e profonda.

Adi significa primo e l'Adi Mudra è la prima posizione adottata dal neonato.

  • Dhyana Mudra

Gesto della Meditazione

Si esegue seduti in una posizione comoda (nello yoga in Suksana oppure in Siddhāsana) con entrambe le mani appoggiate sulle gambe, la mano destra sopra la sinistra. I palmi sono rivolti verso l'alto e le dita rimangono estese.

Questo mudra è uno dei più conosciuti, è presente in molte delle iconografie induiste, buddhiste e jainiste.

Rappresenta l'illuminazione che sovrasta l'illusione.

  • Apana Mudra

Gesto dell'aria vitale Apana (chiamato anche Mudra della Digestione)

Unire la punta del pollice con la punta del medio e dell’anulare, mantenendo le altre dita diritte. Si esegue con entrambe le mani.

Apana, letteralmente "aria che si allontana", è una delle cinque arie vitali (prana), è associata alla parte inferiore dell'addome, si muove verso il basso e verso l'esterno e governa tutte le forme di eliminazione e riproduzione.

Mudra energizzante.

  • Mrigi Mudra

Gesto del Cervo

Lo stesso come su Apana Mudra.

Unire la punta del pollice con la punta del medio e dell’anulare, mantenendo le altre dita diritte.

Usato nella Pūja e nel Sadhana.

  • Tarpana Mudra

Gesto dell'Offerta

Unire la punta del pollice con la punta dell’anulare, mantenendo le altre dita diritte.

Usato nella Pūja e nel Sadhana.

  • Apana Vayu Mudra

Gesto del Cuore

Le punte del dito medio e anulare toccano la punta del pollice, mentre il dito indice tocca la base del pollice, il mignolo è disteso. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Chiamato Mudra del Cuore per la sua influenza sul cuore e sulla pressione sanguigna. Riduce il contenuto di gas nel corpo.

  • Prana Mudra

Gesto dell'Aria Vitale

Si esegue seduti in una posizione comoda (nello yoga in Suksana oppure in Siddhāsana), concentrandosi sul respiro.

Le punte del dito mignolo e dell'anulare toccano la punta del pollice, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Simboleggia la forza vitale. Prana è l'aria vitale che scorre nel nostro corpo. Ci sono 5 arie vitali: Prana, Apana, Udana, Samana, Vyana.

  • Ganesh Mudra

Gesto di Ganesh

Si esegue seduti in una posizione comoda, concentrandosi sul respiro. Agganciare le mani al cuore. La sinistra esterna, la destra di fronte al cuore.

Simboleggia Ganesh, il Dio dalla testa d'elefante, conosciuto come colui che rimuove gli ostacoli.

Stimola il quarto chakra, Anahata.

  • Kalesvara Mudra

Gesto di Kalesvara

Si esegue seduti in una posizione comoda, concentrandosi sul respiro. La punta dei medi e dei pollici si toccano, le altre dita si uniscono piegate all'interno. Posizionare i pollici al cuore.

Simboleggia Kalesvara, il Dio del Tempo.

Calma la mente.

  • Matangi Mudra

Gesto della Dea Matangi

Unire le mani all'altezza dello stomaco, i palmi delle mani sono uno verso l'altro con le dita rivolte verso l'alto. Le dita della mano destra vengono intrecciate con quelle della sinistra, ad eccezione dei medi che restano dritti ed uniti.

Simboleggia il rapporto con la Madre Terra.

  • Yoni Mudra

Gesto della Yoni

Unire le mani di fronte al ventre con i palmi rivolti verso la pancia, pollici uniti in alto e indici uniti in basso formando un triangolo.

Yoni significa vagina, utero, simboleggia l'origine della vita, l'energia femminile, il potere creativo, Shakti.

Questo mudra isola il praticante dal mondo esterno come fosse un feto nell'utero materno.

  • Yoni Mudra

Gesto della Yoni

Intrecciare le mani, sotto la dx sopra la sx.

Afferrare con gli indici gli anulari.

Poi stendere i medi, i mignoli ed i pollici.

Yoni significa vagina, utero, simboleggia l'origine della vita, l'energia femminile, il potere creativo, Shakti.

Questo mudra simboleggia le yoni delle tre Madri.

  • Linga Mudra

Gesto del Linga

Incrociare le dita di entrambe le mani. Mantenere il pollice sinistro dritto circondato dal dito indice e pollice destro.

Linga è il simbolo di Shiva, rappresenta l'universo.

Questo mudra produce calore nel corpo.

  • Kundalini Mudra

Gesto della Kundalini

Si esegue seduti in una posizione comoda (nello yoga in Suksana, in Vajrāsana oppure in Siddhāsana), concentrandosi sul respiro.

Formare due pugni sovrapposti, estendere l'indice sinistro ed afferrarlo con il pugno destro sopra. Coprire la punta dell'indice con il pollice.

Tenere il Mudra su Muladhara.

Simboleggia l'unione dell'anima individuale con l'anima cosmica.

 

  • Rudra Mudra

Gesto di Rudra

Si esegue seduti in una posizione comoda (nello yoga in Suksana, in Vajrāsana oppure in Siddhāsana), concentrandosi sul respiro.

Unire la punta di pollice, indice ed anulare. Medio e mignolo diritti ma rilassati. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Simboleggia Rudra, l'aspetto terrifico di Shiva.

Mudra molto potente con diversi effetti benefici sul corpo.

  • Brahma Mudra

Gesto di Brahma

Si esegue seduti in una posizione comoda (nello yoga in Suksana, in Vajrāsana oppure in Siddhāsana), concentrandosi sul respiro.

Con i palmi rivolti verso l'alto e situati a livello dell'ombelico, posizionare il pollice all'interno del palmo della mano toccando la base del mignolo. Chiudere le quattro dita sul pollice a pugno. Unire le nocche delle mani come nell'immagine a fianco.

Simboleggia Brahma, l'aspetto creatore del divino.

  • Ankusha Mudra

Gesto del Pungolo

Indice piegato, medio dritto.

Simboleggia il pungolo di Ganesh.

Usato anche per incoraggiare la divinità a spostarsi dal mondo spirituale a quello materiale. Oppure anche per incoraggiare l'anima verso l'obiettivo finale.

  • Matsya Mudra

Gesto del Pesce

Palmo dx sotto, palmo sx sopra. i pollici si muovono come se fossero le pinne del pesce. (questa modalità è prettamente tantrica, altre scuole mettono la destra sopra)

Simboleggia il pesce.

Simboleggia anche il nuotare attraverso l'oceano della mondanità senza paura.

  • Dhenu Mudra

Gesto della Mucca

Intrecciare le mani, sotto la dx sopra la sx.

L'indice dx tocca il medio sx.

L'indice sx tocca il medio dx.

Il miglolo dx tocca l'anulare sx.

Il miglolo sx tocca l'anulare dx.

Pollici dentro.

Simboleggia il muso di una mucca, colei che nutre sempre con amore.

  • Kurmāsana Mudra

Gesto della Tartaruga

Sotto la mano sx: Pollice, indice e mignolo alzati.

Le altre dita toccano il palmo.

Sopra la mano dx: Pollice, indice e mignolo in giù.

Le altre dita toccano il palmo.

Unire le due mani, l’indice dx sul pollice sx, mignolo dx sull’indice sx, pollice dx sul palmo sx, mignolo dx sul palmo sx.

Portare il Mudra al cuore.

Simboleggia un trono a forma di tartaruga.

Usato nella Pūja e nel Sadhana.

  • Shankh Mudra

Gesto della Conchiglia

Afferrare il pollice sinistro con le 4 dita della mano destra.

Il medio sx tocca il pollice dx.

Portare il Mudra al cuore.

Mantenerlo cantando il mantra AUM.

Simboleggia la conchiglia rituale.

Usato nella Pūja e nel Sadhana.

 


 

Relazione tra le dita e i cinque elementi - versione vedica

(Ayurveda, Dakshinachara - via della mano destra)

 

  • Agni Mudra (chiamato anche Surya Mudra)

Gesto del Fuoco

Piegare il dito anulare alla base del pollice e premere con il pollice sulla seconda falange. Mantenere le altre dita diritte. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Simboleggia il fuoco interiore. Previene e cura i disturbi dell'apparato digerente.

  • Vayu Mudra

Gesto dell'Aria

Piegare il dito indice alla base del pollice e premere con il pollice sulla seconda falange. Mantenere le altre dita diritte. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento aria all'interno del corpo.

  • Akash Mudra

Gesto dello Spazio

Unire la punta del pollice e del dito medio come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento spazio e a centrare le energie all'interno del corpo.

  • Prithvi Mudra

Gesto della Terra

Unire la punta del pollice e dell'anulare come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento terra all'interno del corpo.

  • Jal Mudra

Gesto dell'Acqua

Unire la punta del pollice e del mignolo come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento acqua all'interno del corpo.

 


 

Relazione tra le dita e i cinque elementi - versione tantrica

(Vamachara - via della mano sinistra)

 

  • Akash Mudra

Gesto dello Spazio

Piegare il dito anulare alla base del pollice e premere con il pollice sulla seconda falange. Mantenere le altre dita diritte. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Mantra: HA

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento spazio e a centrare le energie all'interno del corpo.

  • Vayu Mudra

Gesto dell'Aria

Piegare il dito indice alla base del pollice e premere con il pollice sulla seconda falange. Mantenere le altre dita diritte. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Mantra: YA

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento aria all'interno del corpo.

  • Agni Mudra

Gesto del Fuoco

Unire la punta del pollice e del dito medio come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Mantra: RA

Simboleggia il fuoco interiore. Previene e cura i disturbi dell'apparato digerente.

  • Jal Mudra

Gesto dell'Acqua

Unire la punta del pollice e dell'anulare come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Mantra: VA

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento acqua all'interno del corpo.

  • Prithvi Mudra

Gesto della Terra

Unire la punta del pollice e del mignolo come a formare un cerchio, le altre dita sono allungate verso l'esterno della mano. Si esegue con entrambe le mani, palmi rivolti in alto.

Mantra: LA

Questo Mudra aiuta a bilanciare l'elemento terra all'interno del corpo.

 


 

Altri mudra eseguiti con il corpo:

 

  • Bhramari Mudra

Gesto dell’Ape

Seduti comodamente, con la schiena diritta e la testa ferma, immaginare che un’ape giri in cerchio davanti a noi, prima in un senso e poi nell’altro. Piegare poi il collo indietro e ripetere l’esercizio. E’ importante muovere solo gli occhi, la testa rimane ferma. Da eseguire solo una volta al giorno. Rilassa e tonifica gli occhi.

 

  • Surya Chandra Mudra (o Brahma Mudra)

Gesto del Sole e della Luna (o Gesto di Brahma)

Seduti nella posizione semplice inspirare. Espirando portare il capo in avanti. Inspirando girare a destra fino alla spalla. Espirando ruotare il capo indietro. Inspirando girare a sinistra. Espirando tornare nella posizione iniziale. Ripetere al contrario. Controindicato per artrosi estesa a tutte le vertebre cervicali. Previene la cervicale, elimina il mal di testa, fortifica la vista, rilassante.

 

  • Matsya Mudra

Gesto del Pesce

Gonfiare le guance senza arricciare le labbra. Eseguire una decina di volte. Purifica il sangue, aumenta la pressione, tonifica i muscoli facciali prevenendo le rughe.

 

  • Bhujangini Mudra

Gesto del Serpente (o del Cobra)

"Bere" l'aria aprendo ed espandendo un po' la bocca, rinforza l'addome e il tratto digestivo.

 

  • Simha Mudra

Gesto del Leone

Espirando dalla bocca: lingua in fuori, occhi che guardano il naso e mani aperte. Fa bene al fegato, bile e alla vista. Elimina l’alito cattivo.

 

  • Kaki Mudra

Gesto del Corvo

La Gheranda Samhita così lo descrive: Contrarre le labbra, come il becco di un corvo, e bere l'aria piano piano.

 

  • Khechari Mudra

Gesto del movimento nello Spazio (Kechari = muoversi nello Spazio)

Dopo aver eseguito la pulizia della lingua, inspirando, inserire la lingua al di sopra del palato,  fino a chiudere la cavità nasale. Massaggiare ritmicamente la parte molla del palato. Si dovrebbe così produrre un liquido dolciastro, se invece si produce un liquido amaro o dal gusto metallico lo si deve sputare.

L'Hatha Yoga Pradipika così descrive il Kechari Mudra: Kapālakuhare jihvā pravishtā viparītaghā Bhruvorantarghatā drshtirmudrā bhavati khecharī - Il Khechari mudra è eseguito spingendo la lingua nella gola, girandola su se stessa, e mantenendo la vista al centro delle sopracciglia.

(vedi qui per approfondire)

 

  • Jalandhara Bandha

Contrazione alta

In sanscrito jalan significa rete, dhara significa tenere, quindi il significato di jalandhara bandha è blocco fisico che controlla la rete di nadi (canali energetici) nel collo.

Inspirando ripiegare il mento vicino al petto. Con il mento in questa posizione, la spingere la lingua contro il palato. Espirando lentamente rilassare. Ripetere più volte. Stimola i chakra superiori (Vishuddha, Ajña e Sahasrara). Rinforza il collo e stimola direttamente l'ipofisi, la ghiandola pineale, tiroide, paratiroide e timo.

 

  • Uddiyana Bandha

Contrazione addominale (Uddiyana = sollevare, volare in alto)

Inspirare profondamente ed espirare tutta l'aria. Trattenendo il respiro contrarre il ventre nella gabbia toracica. Tenere la posizione per un po' e poi lentamente rilassare l'addome. Ripetere più volte. Stimola i chakra mediani (Manipura ed Anahata). Previene e cura i disturbi dell'apparato digerente.

 

  • Mula Bandha

Contrazione bassa (Mula = radice, Bandha = chiudere - fissare)

Inspirando contrarre lo sfintere. Espirando lentamente rilassarlo. Ripetere più volte. Stimola i primi due chakra (Muladhara Swadhishthana). Previene e cura le emorroidi.

 

  • Maha Bandha

Grande Contrazione

Eseguire nell'ordine Jalandhara Bandha, Uddiyana Bandha e Mula Bandha rilascindoli nello stesso ordine.

 

 


 

     Bookmark and Share

 

 

Creative Commons License

Precedente Home Successiva

AGHORI BREVE STORIA GRANDE MADRE SADHANA CHAKRA AYURVEDA CORSO DI YOGA EVENTI GALLERIA SITI CONSIGLIATI CONTATTACI GUESTBOOK SITE MAP PDF IN ITA

Privacy Policy