Mahishasura Mardini Stotram

 

अयि गिरिनन्दिनि नन्दितमेदिनि विश्वविनोदिनि नन्दिनुते

गिरिवरविन्ध्यशिरोऽधिनिवासिनि विष्णुविलासिनि जिष्णुनुते ।

भगवति हे शितिकण्ठकुटुम्बिनि भूरिकुटुम्बिनि भूरिकृते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१॥

 

ayi girinandini nanditamedini viśvavinodini nandinute

girivaravindhyaśiro'dhinivāsini viṣṇuvilāsini jiṣṇunute |

bhagavati he śitikaṇṭhakuṭumbini bhūrikuṭumbini bhūrikṛte

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||1||

 

Saluti alla figlia della montagna, che rende l'intero mondo pieno di gioia, per cui l’universo è un gioco divino e che è lodata da Nandi,

che abita sulla cima del Vindhya, la migliore delle montagne, che rende felice il Signore Vishnu (in quanto Sua sorella), che è lodata dal Signore Indra,

Oh Dea, consorte del Signore Shiva dalla gola blu, che ha molte relazioni (essendo la Madre Cosmica), che crea abbondanza.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

सुरवरवर्षिणि दुर्धरधर्षिणि दुर्मुखमर्षिणि हर्षरते

त्रिभुवनपोषिणि शङ्करतोषिणि किल्बिषमोषिणि घोषरते

दनुजनिरोषिणि दितिसुतरोषिणि दुर्मदशोषिणि सिन्धुसुते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥२॥

 

suravaravarṣiṇi durdharadharṣiṇi durmukhamarṣiṇi harṣarate

tribhuvanapoṣiṇi śaṅkaratoṣiṇi kilbiṣamoṣiṇi ghoṣarate

danujaniroṣiṇi ditisutaroṣiṇi durmadaśoṣiṇi sindhusute

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||2||

 

(Saluti alla Madre Divina) Che riversa doni sui Deva, che sovrasta il demone Durdhara, che tollera il demone Durmukha ed infine lo uccide e che è estasiata nella propria beatitudine,

che sostiene e nutre i Tre Mondi e delizia il Signore Shiva togliendo i peccati senza risparmiarsi nel tumulto della battaglia,

che libera dall’ira dei Devana (generati da Danu), che è furiosa coi Daitya (figli di Diti) che annienta il folle orgoglio dei demoni e che è la figlia dell’oceano (come Devi Lakshmi).

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि जगदम्ब मदम्ब कदम्ब वनप्रियवासिनि हासरते

शिखरि शिरोमणि तुङ्गहिमलय शृङ्गनिजालय मध्यगते ।

मधुमधुरे मधुकैटभगञ्जिनि कैटभभञ्जिनि रासरते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥३॥

 

ayi jagadamba madamba kadamba vanapriyavāsini hāsarate

śikhari śiromaṇi tuṅgahimalaya śṛṅganijālaya madhyagate |

madhumadhure madhukaiṭabhagañjini kaiṭabhabhañjini rāsarate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||3||

 

Saluti alla Madre dell’universo, che è mia Madre, che ama vivere nella foresta di alberi Kadamba e delizia con risate e allegria,

che abita al centro del gioiello nel picco più alto dell’Himalaya,

che è dolce come il miele, che subì l’orgoglio dei demoni Madhu e Kaitabha, che distrusse i demoni Madhu e Kaitabha abbandonandosi nel frastuono e nel tumulto della grande battaglia.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि शतखण्ड विखण्डितरुण्ड वितुण्डितशुण्द गजाधिपते

रिपुगजगण्ड विदारणचण्ड पराक्रमशुण्ड मृगाधिपते ।

निजभुजदण्ड निपातितखण्ड विपातितमुण्ड भटाधिपते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥४॥

 

ayi śatakhaṇḍa vikhaṇḍitaruṇḍa vituṇḍitaśuṇda gajādhipate

ripugajagaṇḍa vidāraṇacaṇḍa parākramaśuṇḍa mṛgādhipate |

nijabhujadaṇḍa nipātitakhaṇḍa vipātitamuṇḍa bhaṭādhipate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||4||

 

Saluti alla conquistatrice degli elefanti del nemico, che taglia i loro tronchi e fracassa le loro teste, riducendo i corpi senza testa in centinaia di pezzi,

il cui leone lacera fieramente i volti facendo a pezzi il potere degli elefanti dei nemici,

che abbatte le teste dei demoni Chanda e Munda con le sue stesse braccia armate e conquista i guerrieri nemici.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि रणदुर्मद शत्रुवधोदित दुर्धरनिर्जर शक्तिभृते

चतुरविचार धुरीणमहाशिव दूतकृत प्रमथाधिपते ।

दुरितदुरीह दुराशयदुर्मति दानवदुत कृतान्तमते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥५॥

 

ayi raṇadurmada śatruvadhodita durdharanirjara śaktibhṛte

caturavicāra dhurīṇamahāśiva dūtakṛta pramathādhipate |

duritadurīha durāśayadurmati dānavaduta kṛtāntamate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||5||

 

Saluti alla Divina Madre che si è manifestata per distruggere in battaglia i demoni arroganti e che detiene un inarrestabile e indistruttibile potere,

che ha reso il Signore Shiva suo messaggero, quel Signore Shiva che si distingue per ingegno nella deliberazione e che è il Signore dei fantasmi e dei folletti,

che è onorata per aver rifiutato la proposta (di sposare Shumba o Nishumba) del maldisposto e ignorante messaggero del demone (e perciò porre fine ai demoni stessi).

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि शरणागत वैरिवधुवर वीरवराभय दायकरे

त्रिभुवनमस्तक शुलविरोधि शिरोऽधिकृतामल शुलकरे ।

दुमिदुमितामर धुन्दुभिनादमहोमुखरीकृत दिङ्मकरे

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥६॥

 

ayi śaraṇāgata vairivadhuvara vīravarābhaya dāyakare

tribhuvanamastaka śulavirodhi śiro'dhikṛtāmala śulakare |

dumidumitāmara dhundubhinādamahomukharīkṛta diṅmakare

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||6||

 

Saluti alla Madre Divina che ha perdonato e dato rifugio ai valorosi soldati nemici quando le loro mogli erano in cerca di rifugio,

che col tridente in mano cattura i capi dei capi (sovrani) dei tre mondi che si oppongono al suo tridente,

la cui vittoria dà luogo al suono Dumi-Dumi prodotto dai tamburi dei Deva simile allo scorrere incessante di acqua che riempie tutte le direzioni con gioia.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि निजहुङ्कृति मात्रनिराकृत धूम्रविलोचन धूम्रशते

समरविशोषित शोणितबीज समुद्भवशोणित बीजलते ।

शिवशिवशुम्भ निशुम्भमहाहव तर्पितभूत पिशाचरते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥७॥

 

ayi nijahuṅkṛti mātranirākṛta dhūmravilocana dhūmraśate

samaraviśoṣita śoṇitabīja samudbhavaśoṇita bījalate |

śivaśivaśumbha niśumbhamahāhava tarpitabhūta piśācarate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||7||

 

Saluti alla Madre Divina che ridusse in cenere il demone Dhumralochana col suo semplice Humkara (suono).

Che ha prosciugato la forza dell’originale demone Raktabija e Raktabija simili prodotti da Lui come una catena di rettili (nati da ogni goccia di sangue) durante la battaglia,

il cui grande sacrificio propiziatorio (somigliante a uno Yajna) di Shumba e Nishumba ha soddisfatto i fantasmi e i demoni (che frequentano il signore Shiva).

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

धनुरनुषङ्ग रणक्षणसङ्ग परिस्फुरदङ्ग नटत्कटके

कनकपिशङ्ग पृषत्कनिषङ्ग रसद्भटशृङ्ग हताबटुके ।

कृतचतुरङ्ग बलक्षितिरङ्ग घटद्बहुरङ्ग रटद्बटुके

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥८॥

 

dhanuranuṣaṅga raṇakṣaṇasaṅga parisphuradaṅga naṭatkaṭake

kanakapiśaṅga pṛṣatkaniṣaṅga rasadbhaṭaśṛṅga hatābaṭuke |

kṛtacaturaṅga balakṣitiraṅga ghaṭadbahuraṅga raṭadbaṭuke

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||8||

 

(Saluti alla Madre Divina) Il cui bracciale danza sul suo splendente stemma seguendo i movimenti del suo arco durante ogni istante della battaglia,

le cui frecce dorate diventano rossastre (col sangue) quando si attaccano agli stupidi nemici e li uccidono nonostante le loro urla e le loro grida a squarciagola (ostentando vano orgoglio),

che trasforma piegandole le quattro schiere (Chaturanga) di nemici che la circondano da tutti i lati durante la battaglia, composte da molti capi di vari colori che stupidamente urlano e gridano (ostentando il loro vano orgoglio) in un gioco di forza decrescente.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

सुरललना ततथेयि तथेयि कृताभिनयोदर नृत्यरते

कृत कुकुथः कुकुथो गडदादिकताल कुतूहल गानरते ।

धुधुकुट धुक्कुट धिंधिमित ध्वनि धीर मृदंग निनादरते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥९॥

 

suralalanā tatatheyi tatheyi kṛtābhinayodara nṛtyarate

kṛta kukuthaḥ kukutho gaḍadādikatāla kutūhala gānarate |

dhudhukuṭa dhukkuṭa dhiṃdhimita dhvani dhīra mṛdaṃga ninādarate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||9||

 

(Saluti alla Divina Madre) Seguendo il ritmo della grande battaglia, al ritmo del Ta-Tha-Theyi, Ta-They, le danzatrici celesti esprimono il sentimento della battaglia con la loro recitazione drammatica,

la loro musica, attraverso le Talas (battute musicali) come Ku-Kutha, Ku-Kutha, Ga-Da-Dha, Ga-Da-Dha… ha creato un’impaziente tensione che delizia

e un costante e profondo suono di Dhu-Dhu-Kuta, Dhu-Kuta, Dhim-Dhimi generato dal Mridangam (strumento musicale).

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

जय जय जप्य जयेजयशब्द परस्तुति तत्परविश्वनुते

झणझणझिञ्झिमि झिङ्कृत नूपुरशिञ्जितमोहित भूतपते ।

नटित नटार्ध नटी नट नायक नाटितनाट्य सुगानरते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१०॥

 

jaya jaya japya jayejayaśabda parastuti tatparaviśvanute

jhaṇajhaṇajhiñjhimi jhiṅkṛta nūpuraśiñjitamohita bhūtapate |

naṭita naṭārdha naṭī naṭa nāyaka nāṭitanāṭya sugānarate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||10||

 

Saluti alla Madre Divina che è lodata dal mondo intero; per la quale si mormorano preghiere di vittoria prima della battaglia e si gridano urla di vittoria dopo la battaglia seguite dal canto delle Sue Sthuti (lodi).

Le cui cavigliere tintinnando col suono Jhana-Jhana affascinano il Signore Shiva, il Signore dei fantasmi e dei folletti.

Che danza come metà del corpo del Signore Shiva, dove il danzatore maschile e quello femminile (in quanto unico corpo) sono protagonisti del gioco cosmico che si svolge attraverso la bellissima canzone (il divino suono di Nada).

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि सुमनःसुमनःसुमनः सुमनःसुमनोहरकान्तियुते

श्रितरजनी रजनीरजनी रजनीरजनी करवक्त्रवृते ।

सुनयनविभ्रमर भ्रमरभ्रमर भ्रमरभ्रमराधिपते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥११॥

 

ayi sumanaḥsumanaḥsumanaḥ sumanaḥsumanoharakāntiyute

śritarajanī rajanīrajanī rajanīrajanī karavaktravṛte |

sunayanavibhramara bhramarabhramara bhramarabhramarādhipate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||11||

 

Saluti alla Madre Divina la cui bellissima mente è unita ad un aspetto affascinante,

il cui bellissimo volto sottomette la bellezza della luce della luna di notte occultandola con la sua bellezza,

i cui bellissimi occhi conquistano la bellezza delle api attraverso la loro bellezza.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

सहितमहाहव मल्लमतल्लिक मल्लितरल्लक मल्लरते

विरचितवल्लिक पल्लिकमल्लिक झिल्लिकभिल्लिक वर्गवृते ।

शितकृतफुल्ल समुल्लसितारुण तल्लजपल्लव सल्ललिते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१२॥

 

sahitamahāhava mallamatallika mallitarallaka mallarate

viracitavallika pallikamallika jhillikabhillika vargavṛte |

śitakṛtaphulla samullasitāruṇa tallajapallava sallalite

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||12||

 

Saluti alla Madre Divina) Che nella grande battaglia contro eccellenti lottatori è accompagnata da ragazze che appaiono delicate come gelsomini che stanno lottando contro i nemici.

Il cui seguito è composto da ragazze della tribù Bheel che sono delicate come piante di un villaggio di gelsomini e ronzano come uno sciame di api (o grilli).

Il cui volto mostra un sorriso creato dalla gioia che appare come un’alba risplendente del rosso colore e una fioritura di eccellenti boccioli.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अविरलगण्ड गलन्मदमेदुर मत्तमतङ्ग जराजपते

त्रिभुवनभुषण भूतकलानिधि रूपपयोनिधि राजसुते ।

अयि सुदतीजन लालसमानस मोहन मन्मथराजसुते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१३॥

 

aviralagaṇḍa galanmadamedura mattamataṅga jarājapate

tribhuvanabhuṣaṇa bhūtakalānidhi rūpapayonidhi rājasute |

ayi sudatījana lālasamānasa mohana manmatharājasute

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||13||

 

(Saluti alla Madre Divina) Che è inebriante come un elefante reale dalle cui guancie il Thick Mada (inebriante) trasuda incessantemente (nelle forme di Arte, Bellezza e Potere).

Che è la figlia del Re dal quale derivano i tesori di arte, bellezza e potere che sono ornamenti dei tre mondi.

Che è come la figlia di Manmatha (Dio dell’Amore) che con un sorriso bellissimo dà origine al desiderio ed all’infatuazione nella mente delle donne.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

कमलदलामल कोमलकान्ति कलाकलितामल भाललते

सकलविलास कलानिलयक्रम केलिचलत्कल हंसकुले ।

अलिकुलसङ्कुल कुवलयमण्डल मौलिमिलद्बकुलालिकुले

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१४॥

 

 

kamaladalāmala komalakānti kalākalitāmala bhālalate

sakalavilāsa kalānilayakrama kelicalatkala haṃsakule |

alikulasaṅkula kuvalayamaṇḍala maulimiladbakulālikule

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||14||

 

(Saluti alla madre Divina) Sulla cui inossidabile, splendente fronte è arcuata artisticamente la delicata bellezza di un immacolato e splendente petalo di loto.

Il cui movimento ricorda i giochi, movimenti morbidi di uno stormo di cigni da cui tutte le scuole delle arti si sono manifestate in successione.

Il cui ornamento e le treccine dei capelli combinano la bellezza e la dolcezza dell’acqua blu piena di gigli con sciami di api e di fiori di Bakula infestati da uno sciame di api.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

करमुरलीरव वीजितकूजित लज्जितकोकिल मञ्जुमते

मिलितपुलिन्द मनोहरगुञ्जित रञ्जितशैल निकुञ्जगते ।

निजगणभूत महाशबरीगण सद्गुणसम्भृत केलितले

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१५॥

 

karamuralīrava vījitakūjita lajjitakokila mañjumate

militapulinda manoharaguñjita rañjitaśaila nikuñjagate |

nijagaṇabhūta mahāśabarīgaṇa sadguṇasambhṛta kelitale

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||15||

 

(Saluti alla Madre Divina) Che crea nelle mani il suono del flauto, che sembra bagnato e monotono, ed espone il cuculo alla vergogna attraverso la bellezza (della sua voce)

quando Lei canticchia canzoni rubacuori per le ragazze della tribù Pulinda camminando sul brillante e colorato (a causa di fiori che sbocciano) crinale della montagna

e gioca con le donne della tribù del suo gruppo che sono piene di buone virtù.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

कटितटपीत दुकूलविचित्र मयुखतिरस्कृत चन्द्ररुचे

प्रणतसुरासुर मौलिमणिस्फुर दंशुलसन्नख चन्द्ररुचे

जितकनकाचल मौलिमदोर्जित निर्भरकुञ्जर कुम्भकुचे

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१६॥

 

kaṭitaṭapīta dukūlavicitra mayukhatiraskṛta candraruce

praṇatasurāsura maulimaṇisphura daṃśulasannakha candraruce

jitakanakācala maulimadorjita nirbharakuñjara kumbhakuce

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||16||

 

(Saluti alla Madre Divina) La cui vita è sommersa in abiti di seta variopinti, la lucentezza dei quali eclissa la luminosità della luna.

Le cui unghie pulsano come lo splendore di una gemma in un diadema e diffondono la Sua luminosità come una luna, salutata con riverenza da Dei e Demoni.

Che vince sulle poderose teste che sono gonfie di orgoglio come montagne dorate, con l’eccellenza (del potere e della compassione) che abbonda nel Suo seno simile ad una brocca.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

विजितसहस्रकरैक सहस्रकरैक सहस्रकरैकनुते

कृतसुरतारक सङ्गरतारक सङ्गरतारक सूनुसुते ।

सुरथसमाधि समानसमाधि समाधिसमाधि सुजातरते ।

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१७॥

 

vijitasahasrakaraika sahasrakaraika sahasrakaraikanute

kṛtasuratāraka saṅgaratāraka saṅgaratāraka sūnusute |

surathasamādhi samānasamādhi samādhisamādhi sujātarate |

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||17||

 

(Saluti alla Madre Divina) Che conquista migliaia di nemici che lottano contro le Sue migliaia di mani generando così migliaia di mani (di devoti) che la lodano.

Che ha creato il salvatore dei Deva (Suo figlio Kartikeya) per la lotta col Demone Tarkasura, e poi ha esortato Suo figlio per la grande battaglia.

Che è soddisfatta con entrambe: la contemplazione devozionale simile a quella del Re Suratha (del Devi Mahatmyam) per i guadagni mondani, e l’eccellente contemplazione devozionale del Samadhi per la conoscenza spirituale.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

पदकमलं करुणानिलये वरिवस्यति योऽनुदिनं सुशिवे

अयि कमले कमलानिलये कमलानिलयः स कथं न भवेत् ।

तव पदमेव परम्पदमित्यनुशीलयतो मम किं न शिवे

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१८॥

 

padakamalaṃ karuṇānilaye varivasyati yo'nudinaṃ suśive

ayi kamale kamalānilaye kamalānilayaḥ sa kathaṃ na bhavet |

tava padameva parampadamityanuśīlayato mama kiṃ na śive

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||18||

 

(Saluti alla Madre divina) Chiunque serve i Tuoi propiziatori piedi di loto ogni giorno, che sono dimora di compassione

(serve) quel loto, che è una dimora di Kamala (Dea Mahalakshmi), non diventerà egli stesso una dimora di Kamala (prosperità)?

I Tuoi piedi infatti sono i piedi supremi (rifugio supremo); come posso non praticare devozione verso di loro, Oh Madre propizia?

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

कनकलसत्कलसिन्धुजलैरनुषिञ्चति तेगुणरङ्गभुवम्

भजति स किं न शचीकुचकुम्भतटीपरिरम्भसुखानुभवम् ।

तव चरणं शरणं करवाणि नतामरवाणि निवासि शिवम्

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥१९॥

 

kanakalasatkalasindhujalairanuṣiñcati teguṇaraṅgabhuvam

bhajati sa kiṃ na śacīkucakumbhataṭīparirambhasukhānubhavam |

tava caraṇaṃ śaraṇaṃ karavāṇi natāmaravāṇi nivāsi śivam

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||19||

 

(Saluti alla Madre Divina) Quando un devoto lava il luogo dove i Tuoi attributi sono esposti (luoghi di culto) con l’acqua del fiume che è brillante come l’oro e scorre dolcemente..

Non sentirà la gioia della Tua Grazia onnicomprensiva contenuta nel Tuo seno simile ad una brocca (che straripa)?

Prendo rifugio nei Tuoi piedi, Oh Vani (Devi Mahasaraswati) e mi prostro davanti a Te, Oh eterna Vani in cui risiedono tutto gli auspici.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

तव विमलेन्दुकुलं वदनेन्दुमलं सकलं ननु कूलयते

किमु पुरुहूतपुरीन्दु मुखी सुमुखीभिरसौ विमुखीक्रियते ।

मम तु मतं शिवनामधने भवती कृपया किमुत क्रियते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥२०॥

 

tava vimalendukulaṃ vadanendumalaṃ sakalaṃ nanu kūlayate

kimu puruhūtapurīndu mukhī sumukhībhirasau vimukhīkriyate |

mama tu mataṃ śivanāmadhane bhavatī kṛpayā kimuta kriyate

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||20||

 

(Saluti alla Madre Divina) Il tuo volto di luna è dimora di una immacolata e inossidabile purezza che vince certamente tutte le impurità.

Altrimenti, perché la mia mente si è allontanata dal volto di luna di bellissime signore come quelle presenti nel castello di Indra?

Secondo la mia opinione, come è possibile scoprire il tesoro del nome di Shiva dentro di noi senza la tua grazia?

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna.

 

 

अयि मयि दीन दयालुतया कृपयैव त्वया भवितव्यमुमे

अयि जगतो जननी कृपयासि यथासि तथानुमितासिरते ।

यदुचितमत्र भवत्युररीकुरुतादुरुतापमपाकुरुते

जय जय हे महिषासुरमर्दिनि रम्यकपर्दिनि शैलसुते ॥२१॥

 

ayi mayi dīna dayālutayā kṛpayaiva tvayā bhavitavyamume

ayi jagato jananī kṛpayāsi yathāsi tathānumitāsirate |

yaducitamatra bhavatyurarīkurutādurutāpamapākurute

jaya jaya he mahiṣāsuramardini ramyakapardini śailasute ||21||

 

(Saluti alla Madre Divina) Accordami la Tua grazia, Oh Madre Uma, che sei compassionevole coi miserabili.

Oh madre dell’universo; proprio come la tua grazia è aspersa (sui devoti), nel medesimo modo le tue frecce sono disseminate (sui nemici).

Ti prego di fare qualsiasi cosa sia appropriata in questo momento, Oh venerabile Madre, per rimuovere i miei dolori e le mie afflizioni poiché sono diventate difficili da sopportare per me.

Vittoria a Te, distruttrice del demone Mahishasura, che ha belle ciocche di capelli e che è figlia della montagna

 

(da sakti.it)

 


 

     Bookmark and Share

 

 

Creative Commons License

Precedente Home Successiva

AGHORI BREVE STORIA GRANDE MADRE SADHANA CHAKRA AYURVEDA CORSO DI YOGA EVENTI GALLERIA SITI CONSIGLIATI CONTATTACI GUESTBOOK SITE MAP PDF IN ITA

Privacy Policy